Indice del forum

Al Rami Astrologia Forum

TUTTO SULL'ASTROLOGIA E LE SCIENZE ALTERNATIVE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

il tema natale di margherita hack (Al Rami)
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> ARTICOLI ASTROLOGIA
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
araf

Guru
Guru


Admin



Registrato: 08/05/11 14:46
Messaggi: 37
araf is offline 







italy
MessaggioInviato: 08 Mag 2011 16:32:13    Oggetto:  il tema natale di margherita hack (Al Rami)
Descrizione:
Rispondi citando

clicca qui per vedere il grafico:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


il paradosso di Margherita Hack (the paradox of Margherita Hack)
L’astrologo, come ogni buon ricercatore, è sempre alla ricerca di prove schiaccianti che confermino la fondatezza della sua materia. L’altra sera, riflettevo su questo assioma: se determinate posizioni planetarie non obbligatoriamente portano alla realizzazione professionale ad esse legate per simbologia, dall’altra parte, soggetti che fanno una determinata professione, sono spalleggiati da posizioni astrologiche che rispettano quelle simbologie.

Ovvero: se il soggetto, per esempio, fa il chirurgo, è perché contemporaneamente il suo tema astrale rispecchia i suoi gusti. Sempre. 100% dei casi. Però, se un soggetto presenta determinate posizioni astrali che portano verso una determinata professione, non è detto che riuscirà a svolgerla. Più che altro, accade che il soggetto potrà fare una qualsiasi professione ma utilizzando le energie tipiche di quel pianeta e che queste, lo indurranno ad avere un preciso comportamento e atteggiamento in merito a quella professione. Da cosa dipende ciò? Le variabili in gioco sono tante, ma non è obbiettivo di questo articolo ragionare su questo quesito.

Oggi, più che altro, ci occuperemo di vedere sino a che punto è vero questo assioma. Cioè, senza dimostrazioni, mille parole non servono a nulla.
Mi è venuto in mente di analizzare il grafico di nascita di Margherita Hack per vedere se effettivamente ha posizioni astrali che spiegano il suo temperamento, la sua professione, i suoi gusti. I dati anagrafici sono stati estrapolati dall’archivio del CIDA, che da anni si occupa di raccogliere i dati anagrafici di celebrità.



È nata il 12 giugno 1922 alle ore 5.00 Firenze. Quello che adesso serve è visionare il grafico per leggere le sue posizioni astrali. Incombe però una breve premessa: non mi si può accusare di distorcere il significato dei vari, singoli item zodiacali (a mio favore), poiché tutta la bibliografia professionistica concorda a identificare ad una precisa posizione astrale, altrettante precise indicazioni. In sostanza, tutti pattuiscono che un dato pianeta significa quello e non altro. Basta confrontare libri professionistici di studiosi celebri per appurare le concordanze o le discrepanze con quello che mi appresto a dire a proposito di ogni posizione astrologica. Al massimo nei testi di qualche astrologo, rispetto ad un altro, si potranno leggere indicazioni integrative ben comprensibili se si apprende il linguaggio analogico (quindi la capacità di saper collegare cose che apparentemente sembrano non avere alcuna cosa in comune). Subito dopo la descrizione, chiarirò a quale paradosso fa riferimento il titolo di questo articolo.

Abbiamo il sole in gemelli con l’ascendente gemelli. Bene. Qui assistiamo al famoso effetto di compensazione del segno: sebbene il segno dei gemelli sia superficiale, l’effetto di compensazione capovolge la situazione e rende profondi, esploratori dell’ immenso e del lontano (in questo caso delle stelle). Al contempo, la scienziata non perde le caratteristiche di questo segno poiché vi capita anche l’ascendente, che tutt’al più le infonde un certo atteggiamento brillante, curioso, sarcastico, ironico e un po’ superficiale. Ebbene, anche il più idiota che l’ha vista almeno una volta, sa che la nostra astrofisica è vivace, brillante, ha sempre la battuta pronta e risulta simpatica immediatamente. La dominante è mercurio. Soffermiamoci qui per un attimo. In uno dei miei precedenti articoli, avevo parlato del ruolo della dominante planetaria. Ebbene, una delle due presenti nel tema, è mercurio che si trova in gemelli: se avete letto quell’articolo, ricorderete che gli attributi mercuriali sono: mente brillante, comunicativa, abilità d’esecuzione (fisica o mentale, quindi mente sveglia) e che questi attributi sono proprio tratti distintivi e predominanti: dove la trovate una donna di 87 anni così lucida e brillante? Dovete ammettere che se si tratta di una combinazione, è una combinazione straordinaria! Ma siccome le coincidenze non dimostrano nulla, procediamo con l’analisi.

Ciò che ci interessa maggiormente è la Hack scienziata e non la sua vita privata, quindi ci soffermeremo ad analizzare soprattutto mercurio e saturno che sono implicati nelle questioni di logica, razionalità. La combinazione (ed è già l’ennesima) vuole che mercurio intrattenga proprio un aspetto angolare con saturno: diffidenza, ipercriticità, scetticismo, visione unilaterale delle cose. Saturno a sua volta è in bilancia: indica saggezza nei pensieri e nelle decisioni. Mercurio è congiunto a plutone: grande attività mentale, intelligenza che va al fondo delle cose, ma siccome l’aspetto non è preciso, tale caratteristica è sfumata. Saturno è congiunto a giove: serietà saggezza, moralità. Questo aspetto da’ struttura logica ai discorsi e ai ragionamenti, indicando buon senso. Ora analizziamo la luna: è in capricorno!!! È indice sicuro di ambizione, concentrazione, perseveranza, concretezza; il sentimento è bloccato, ma è assai sviluppata la razionalità. Concludiamo l’analisi con la spiegazione della seconda dominante della fiorentina: è il sole, indice di gloria, popolarità, generosità, grandezza. Ricapitolando abbiamo un segno compensato che la porta a interessarsi verso tematiche che han a che fare col lontano, (in senso geografico o metafisico, e in questo caso è la prima opzione, poiché la luna in capricorno infonde interessi su ciò che si considera concreto)portando inoltre profondità di pensiero stimolato dall’angolarità di mercurio a plutone. L’intelligenza e la comunicatività sono primarie poiché mercurio è dominante (seppur il pianeta sia in aspetto dissonante a saturno: visione ipercritica e unilaterale della realtà), sorretta inoltre da serietà e concentrazione tipici di una luna in capricorno. La dominante solare ovviamente doveva portarla ad emergere poiché già stimolata da una forte ambizione. Un profilo che si adatta bene a un cervello di successo.

E qui viene il bello: La Hack quindi è una persona concreta, razionale, emotivamente fredda anche se vivace e ironica. Lei è scettica nei confronti dell’astrologia, tant’è che senza nemmeno pensarci due volte afferma: “l’astrologia dice delle grandi balle”. D’altro canto, la mia dimostrazione conferma che le sue posizioni astrali rispecchiano il suo temperamento al 100%. Questo non si può negare, a meno che uno sia cerebroleso. È qui che si nota il paradosso! Cioè, non può essere un caso che tutti gli elementi del suo quadro astrale convergano verso un'unica direzione! Solo un singolo item potrebbe essere frutto del caso, ma non tutti questi! L’astrologia ha ancora una volta dimostrato che le posizioni astrali rispecchiano il soggetto, ma dobbiamo ammettere che se è vero che la studiosa ha forti doti razionali, cioè un approccio razionale alle cose, probabilmente avrà ragione a dire che l’astrologia è solo una menzogna!!! Allora come si risolve questo paradosso?

Qualche persona davvero maligna (e nella mia strada ne ho incontrate tante) potrà insinuare che la data di nascita è falsa, ottenuta ad hoc per forzare le corrispondenze; ma credo che questo dubbio possa essere risolto facendo semplici ricerche sul web e confrontare le date. Altri, ancora più maligni, diranno che tali indicazioni possono corrispondere a quelle di chiunque, ma mi sembra altamente improbabile perché pochi possono avere doti razionali di spicco e ancora più pochi divenir popolari per questo( soprattutto per questioni inerenti il “lontano”). E cosa ancor più lampante questo profilo non corrisponde al tuo (che stai leggendo questo articolo), a meno che non ti consideri un cervellone famoso attratto dal lontano in senso fisico, tanto da spingerti ad abbracciare la professione di astrofisico; e questo io lo interpreto come “delirio di potenza e principio di schizofrenia oltre che fervida immaginazione”. Ovviamente il caso è ribaltato se a leggere è davvero un astrofisico, e anche in quel caso le capacità di raziocinio sarebbero correlate a valori diversi da quelli della Hack. Comunque sia, chiunque voglia insinuare ancora dubbi sulla fondatezza della mia disciplina, sarà libero di farlo a patto che le argomentazioni siano spalleggiate dal desiderio di capire qualcosa e non dal pregiudizio.

Allora il paradosso come si risolve? Semplice: l’affermazione della nostra scienziata è semplicemente quella di una persona che non è attratta da certe tematiche e che un po’ superficialmente (ascendente gemelli) da’ il suo giudizio, relativo a quelle che sono le sue conoscenze. E per quanto una persona possa essere razionale, se non conosce la questione nella sua totalità, dirà una verità relativa. Il fatto è questo: la scienziata ha dato più di una volta un giudizio estremamente sintetico e negativo perché è abituata a studiare i casi secondo il punto di vista della fenomenologia fisica (energie magnetiche, gravitazionali e le loro implicazioni sul mondo animale vegetale). Soffermandosi solo a considerare quel tipo di energie (le sole al momento conosciute)ed escludendo l’esistenza di eventuali altri tipi, giudica l’astrologia sulla base di questi fenomeni e siccome la forza gravitazionale non ha alcun influsso sulla vita umana, espone il suo giudizio definitivo. Ma la domanda è questa: chi ha detto che le forze in gioco per il funzionamento dell’astrologia debbano per forza essere magnetiche o gravitazionali? La scienziata risponderebbe che non esistono altre forme di energia oltre a quelle, ma esperimenti condotti da altri scienziati dimostrano il contrario. Non si pone nemmeno il dubbio di andare a vedere se esistono delle corrispondenze con quanto dicono gli astrologi. Ovviamente non ha tempo né gusto per farlo. Se ci si vuole esporre, invece,ogni quesito dell’uomo deve essere valutato e studiato utilizzando diversi parametri. Uno psicologo infatti darà giudizi diversi sulla questione poiché i suoi parametri di valutazione sono relativi al tipo di ragionamento che è proprio della materia. Idem nel caso dell’uomo di chiesa, del filosofo, del biologo, del matematico. Solo vedendo il problema da prospettive diverse e usando metodologie di ricerca diverse, si può giungere a sviscerare la verità. In questo Heinstein rimane un genio incontrastato: un saturno congiunto a mercurio è il massimo per sviluppare doti di intelligenza, e lui sì che le aveva. Sinceramente, alla luce di queste evidenze, non mi risulta possibile formulare altre ipotesi. La scienziata è talmente diffidente verso tutto quello che può essere definito immateriale, da essere divenuta atea.

Ora soffermiamoci un attimo qui: voglio fare un confronto tra le mie e le sue posizioni astrali. Abbiamo detto che l’approccio iper-razionale dei vari elementi mercurial-saturnini associati alla luna in capricorno, l’han resa atea. Nel mio caso, una dominante nettuno, il trigono luna nettuno, il trigono giove nettuno, elementi sagittario, (tutti elementi di spiritualità) mi han indotto a essere fortemente credente. Cioè: il solo fatto che l’astrologia abbia individuato ciò e che ciò corrisponda veramente coi fatti, significa che l’astrologia è apparentemente vaga, ma paradossalmente concreta e reale. E’ la logica. Come sarebbe possibile tutto ciò se fossero solo balle? È probabile che i miei studi astrologici non raggiungano mai latitudini eccezionali per via di capacità intellettuali non comparabili con quelli della scienziata; quindi la mia modesta critica nasce semplicemente dall’osservazione ormai decennale di questi fenomeni e dalla verifica sulla fondatezza o meno dei postulati astrologici, sulla base di uno scetticismo non aprioristico, senza voler rivendicare il diritto di aver scoperto o inventato qualcosa di nuovo. Anche se le leggi fisiche dicono una cosa (quelle alla quale si vuole far riferimento escludendo altre), i fatti dimostrano il contrario.
Un esempio a conferma ulteriore di quanto dico: sono stati condotti esperimenti di laboratorio che dimostrano l’impossibilità del volo del calabrone tenendo presente la sua struttura morfologica. Ebbene, a dispetto di ciò,il calabrone vola, trasgredendo alle leggi della fisica aerodinamica studiate sino ad oggi. Meditate su tutto ciò, con la speranza che riusciate a cogliere il sillogismo tra questa storia e l’astrologia. Buona riflessione.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Adv



MessaggioInviato: 08 Mag 2011 16:32:13    Oggetto: Adv






Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> ARTICOLI ASTROLOGIA Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Al Rami Astrologia Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008